Museo del Prado

Musei da Vedere a Madrid: I Migliori 9 da non perdere nel 2024

Stai cercando consigli su quale museo visitare a Madrid?

In questo articolo troverai una guida completa ai migliori musei della capitale spagnola.

Esploreremo insieme:

  • Quali sono i 9 migliori musei da visitare a Madrid
  • I motivi per visitarli (per ciascun museo)
  • Curiosità e informazioni storiche.
  • Informazioni utili come indicazioni per arrivarci, orari e prezzi dei biglietti.

Vamos!

Le attività imperdibili durante il tuo viaggio a Madrid

I tour più belli in italiano

  • Free Tour di Madrid: 2 ore e mezza per scoprire tutta la storia e i luoghi emblematici della capitale spagnola.
  • Autobus turistico: Esplora comodamente tutti i luoghi principali della città mentre ascolti un audioguida.

Per chi ama l’arte e vuole scoprire le opere dei Musei più importanti del mondo a Madrid

Le migliori attività da fare in famiglia con i tuoi ragazzi

Dove alloggiare a Madrid

Museo del Prado

Museo del Prado, Madrid

Il Museo del Prado è uno dei più celebri e prestigiosi musei d’arte del mondo. Il progetto per la creazione del museo iniziò nel 1785, sotto il regno di Carlo III di Spagna. La principale motivazione per la sua istituzione fu quella di esporre le opere d’arte della collezione reale spagnola al grande pubblico, rendendo l’arte accessibile a tutti, non solo alla nobiltà.

Perché visitare il Museo del Prado?

Il Museo del Prado ospita una vasta collezione di opere d’arte europea, che abbraccia un periodo che va dal XII al XIX secolo. Questo permette ai visitatori di seguire l’evoluzione dell’arte attraverso epoche e stili diversi, ammirando opere di artisti come Francisco Goya, Diego Velázquez, Peter Paul Rubens, Tiziano e molti altri.

Consigli per visitare il Museo del Prado:

  • Pianificazione in anticipo: Il Museo del Prado è vasto e ricco di opere d’arte, quindi è utile pianificare in anticipo cosa vorreste vedere. Assicuratevi di non perdere le opere più famose e importanti, come “Las Meninas” di Velázquez o “La Maja Desnuda” e “La Maja Vestida” di Goya.
  • Visita guidata o audioguida: Se desideri avere un’esperienza più approfondita e informativa, considera l’opzione di partecipare una visita guidata del Museo.
  • Acquista i biglietti online: Per evitare code e risparmiare tempo, acquista i biglietti online del Museo del Prado in anticipo.

Come arrivare al Museo del Prado:

Raggiungere il Museo del Prado è abbastanza semplice, poiché si trova in una posizione centrale e ben collegata all’interno della città. Si trova in Calle de Ruiz de Alarcón, 23 nel quartiere Paseo del Arte. Per raggiungerlo, puoi prendere la metropolitana linea 2 fino alla stazione di Banco de España e camminare per 5 minuti seguendo il Paseo del Prado.

Informazioni utili per la visita:

  • Orari: Dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 20:00, domenica e festivi dalle 17:00 alle 19:00.
  • Posizione: Posizione in Maps

Cerchi altre informazioni? Leggi l’articolo scritto per il Museo del Prado.

Museo Reina Sofia

Museo Reina Sofia

Il Museo Reina Sofia è uno dei musei d’arte moderna e contemporanea più prestigiosi della Spagna. Il museo ha le sue radici in una delle istituzioni ospedaliere più antiche di Madrid, l'”Hospital de San Carlos,” fondato nel XVIII secolo. Nel 1968, il governo spagnolo decise di trasformare l’edificio dell’ospedale in un centro d’arte moderna, e così, nel 1986, il Museo Reina Sofia aprì per la prima volta al pubblico.

Perché visitare il Museo Reina Sofia?

La collezione del Museo Reina Sofia è composta principalmente da opere d’arte prodotte dal XX secolo fino ai giorni nostri. Il nucleo centrale della collezione è costituito da opere degli artisti spagnoli più celebri e influenti, come Salvador Dalí, Joan Miró e Pablo Picasso.

Consigli per visitare il Museo Reina Sofia:

  • Opere: Assicurati di ammirare il celebre capolavoro di di Pablo Picasso,“Guernica”, che è uno dei punti di forza del museo. Quest’opera iconica merita sicuramente un’attenta contemplazione.
  • Orario: Ti consiglio di evitare il fine settimana, in quanto il museo può essere molto affollato.
  • Acquisto dei biglietti: I biglietti per il Museo Reina Sofia, per evitare code e attese, acquistali on line in anticipo.

Come arrivare al Museo Reina Sofia:

Per raggiungere il Museo Reina Sofia ti consiglio di prendere la metropolitana e scendere alla fermata “Estacion del Arte” sulla linea 3.

Altre Informazioni utili:

  • Orari: Il Museo Reina Sofia è aperto tutti i giorni, ad eccezione del martedì, dalle 10:00 alle 21:00.
  • Dove si trova: Posizione su Maps

Vuoi saperne di più? Leggi l’articolo dedicato al Museo Reina Sofia.

Museo Thyssen-Bornemisza

Museo Nazionale Thyssen-Bornemisza

Il Museo Nazionale Thyssen-Bornemisza è uno dei più prestigiosi musei d’arte di Madrid. La storia di questa istituzione inizia con la collezione privata della famiglia Thyssen-Bornemisza, una delle più ricche e influenti famiglie di collezionisti d’arte del XX secolo. La raccolta fu iniziata da Heinrich Thyssen-Bornemisza (1875-1947) e l’espansione della collezione continuò con suo figlio, Hans Heinrich Thyssen-Bornemisza (1921-2002), che estese notevolmente il patrimonio artistico della famiglia.

Perché visitare il Museo Thyssen-Bornemisza?

Il museo è un’istituzione di rilievo nel panorama artistico e culturale spagnolo, poiché la collezione rappresenta una preziosa selezione di opere, che si aggiunge alla già ricca offerta dei musei madrileni. La collezione del museo comprende capolavori di artisti come Van Eyck, Dürer, Caravaggio, Rembrandt, Monet, Van Gogh, Picasso e molti altri, coprendo un ampio spettro di stili e periodi storici.

Consigli per visitare il Museo Nazionale Thyssen-Bornemisza:

  • Segui un percorso tematico: Se sei particolarmente interessato a un periodo storico o a uno stile artistico specifico, ti consiglio di seguire un percorso tematico per concentrarti su ciò che ti affascina di più.
  • Acquista i biglietti in anticipo: Puoi acquistare comodamente i biglietti online in anticipo, evitando così lunghe code all’ingresso e ottimizzando il tuo tempo di visita.
  • Pianifica la visita: Prima di recarti al museo, controlla gli orari di apertura e assicurati di pianificare la tua visita in modo da avere abbastanza tempo per esplorare le collezioni.

Come arrivare al Museo Nazionale Thyssen-Bornemisza:

Il modo più comodo per raggiungere il museo è utilizzare la metropolitana. Scendi alla fermata “Banco de Espana” (linea 2) e cammina verso il Paseo del Prado, dove si trova il museo.

Altre informazioni utili per la visita:

  • Orari: Il Museo Nazionale Thyssen-Bornemisza è aperto dal martedì alla domenica, dalle 10:00 alle 19:00.
  • Dove si trova: Posizione su Maps

Le informazioni fornite non sono sufficienti? Per ulteriori dettagli, puoi leggere l’articolo dedicato a questo splendido museo cliccando qui.

Palacio de Liria

Palacio de Liria, madrid

La costruzione del palazzo ebbe inizio nel XVIII secolo, precisamente nel 1773, sotto la committenza del XIII Duca d’Alba, Carlos Miguel Fitz-James Stuart, su progetto dell’architetto Ventura Rodríguez. Il palazzo fu progettato come residenza principale per la famiglia d’Alba, una dinastia nobiliare con una lunga e illustre storia.

Il palazzo è stato tramandato di generazione in generazione all’interno della famiglia d’Alba ed è servito da dimora per i successivi duchi e duchesse, ognuno dei quali ha contribuito al suo splendore e alla sua collezione d’arte.

Perché visitare il Palacio de Liria?

Il Palacio de Liria è stato costruito in uno stile neoclassico, caratterizzato da una facciata maestosa e un interno sontuoso. Questa straordinaria dimora aristocratica è stata il centro della vita sociale e culturale della famiglia d’Alba per molti secoli.

Tra i tesori più preziosi custoditi al suo interno si trovano opere d’arte di valore inestimabile, una vasta biblioteca, una collezione di armi antiche e una straordinaria gamma di oggetti d’arte e arredi che testimoniano l’eleganza e la raffinatezza della famiglia d’Alba attraverso i secoli.

Consigli per visitare il Palacio de Liria:

  • Rispetta le regole del palazzo: Durante la visita, è importante rispettare le regole del palazzo, come vietare il tocco degli oggetti d’arte, l’uso del flash per le fotografie e il parlare a voce alta.
  • Arriva in orario alla visita programmata: Si prega di arrivare puntuali per la visita, poiché i ritardatari non saranno ammessi dopo l’inizio del tour.
  • Prenota in anticipo: Poiché il Palacio de Liria è una destinazione molto popolare per i visitatori, ti consiglio di prenotare i biglietti in anticipo per assicurarti di avere accesso al palazzo.

Come arrivare al Palacio de Liria:

Il Palazzo si trova nel quartiere Malasaña, e puoi raggiungerlo comodamente con la metropolitana scendendo alla fermata Ventura Rodriguez (linea 3).

Altre informazioni utili per la visita:

  • Controlla gli orari di apertura: Prima della visita, verifica gli orari di apertura del palazzo, tenendo presente che l’accesso è limitato.

Cerchi molte più info? Leggi questo articolo sul Palacio de Liria.

Real Accademia delle Belle Arti di San Fernando

La Real Accademia Belle Arti

Inizialmente nota come “Real Academia de las Tres Nobles Artes de San Fernando”, l’Accademia ha preso il nome dalla chiesa di San Fernando, situata vicino al famoso Museo del Prado.

Il principale obiettivo della Real Academia era fornire una solida formazione artistica e promuovere l’arte spagnola.

Nel corso degli anni, la Real Academia de Bellas Artes de San Fernando ha conosciuto diverse trasformazioni ed è evoluta insieme al panorama artistico e culturale dell’epoca, fino a ottenere il titolo di “Real” (Reale), conferendole un riconoscimento ufficiale da parte della corona spagnola.

Questo titolo le ha conferito un’importante posizione istituzionale e un sostegno finanziario e culturale più stabile.

Perché visitare la Real Accademia delle Belle Arti di San Fernando?

Con il passare del tempo, la Real Academia de Bellas Artes de San Fernando ha continuato a svolgere un ruolo di primo piano nella promozione delle arti in Spagna e nella formazione di generazioni di artisti talentuosi. La sua collezione di opere d’arte e i suoi archivi documentari costituiscono un patrimonio culturale di inestimabile valore, testimoniando la ricchezza e la varietà dell’arte spagnola e internazionale nel corso dei secoli.

Consigli per visitare la Real Accademia delle Belle Arti di San Fernando:

  • Pianificazione: Ti consiglio di prenotare i biglietti in anticipo, puoi trovarli online con l’opzione “salta fila”.
  • Preparati a immergerti nell’arte: Dedicare un po’ di tempo all’Accademia è essenziale per assorbire la bellezza e l’importanza delle opere esposte.
  • Rispetta le regole dell’Accademia: Durante la visita, è importante rispettare le regole dell’Accademia, come il divieto di toccare le opere d’arte.

Come arrivare alla Real Accademia delle Belle Arti di San Fernando:

La Real Academia de Bellas Artes de San Fernando si trova a pochi passi dalla Puerta del Sol, dove puoi raggiungerla comodamente con la metropolitana scendendo alla fermata Sol (linea 1, 2 o 3).

Altre info utili per la visita:

  • Prenota in anticipo: Puoi comprare i tuoi biglietti “salta fila” online qui.
  • Dove si trova: Posizione su Maps.
  • Controlla gli orari di apertura: Assicurati di verificare gli orari di apertura e chiusura dell’Accademia prima della visita.

Vuoi saperne ancora di più? Leggi qui.

Il Monastero de la Descalzas Reales

Monastero de Las Descalzas Reales, Madrid.

Il Monasterio de la Descalzas Reales, noto anche come Monastero delle Clarisse Scalze Reali, è stato fondato nel 1557 per volontà di Giovanna d’Austria, figlia dell’imperatore Carlo V e consorte di Giovanni III del Portogallo. Dopo essere rimasta vedova, Giovanna scelse di dedicare la sua vita alla fede e alla preghiera, fondando il monastero come luogo di clausura per donne nobili.

Durante il XVI e il XVII secolo, il monastero ospitò anche importanti figure religiose e politiche dell’epoca, inclusi membri della famiglia reale spagnola. Questi incontri con personalità influenti contribuirono a consolidare la reputazione del Monastero de la Descalzas Reales come centro di potere e influenza nella società spagnola.

Perché visitare Il Monasterio de la Descalzas Reales?

Il Monastero de la Descalzas Reales divenne presto noto per la sua ricchezza, poiché molti membri delle famiglie nobili spagnole e straniere donarono preziosi oggetti d’arte, opere d’arte e gioielli al monastero. Di conseguenza, nel corso dei secoli, il monastero accumulò una vasta collezione di tesori artistici di inestimabile valore.

Consigli per visitare Il Monasterio de la Descalzas Reales?

  • Prenota una visita guidata, se possibile: Le guide potrebbero fornire ulteriori informazioni storiche e artistiche, arricchendo la tua esperienza. Puoi prenotare qui una guida a piedi super interessante per il monastero.
  • Rispettate la quiete e la spiritualità: Essendo un monastero in attività, è importante mantenere un comportamento rispettoso e silenzioso durante la visita.

Come arrivare al Monasterio de la Descalzas Reales?

Il Monastero si trova nella Plaza de las Descalzas Reales, puoi raggiungerlo scendendo alle fermate Sol (linea 1, 2 o 3) o Opera (linea 2 o 5), che sono a due passi.

Altre info utili:

Vuoi esplorare a fondo questo magnifico Monastero nel centro di Madrid? Leggi l’articolo dedicato cliccando qui.

Palazzo Reale di Madrid

Palazzo Reale di Madrid

Questo imponente edificio, noto anche come Palacio Real de Madrid, è una delle istituzioni più emblematiche della Spagna e un gioiello architettonico di grande rilevanza storica e culturale.

Il suo nucleo originale fu la fortezza musulmana dell’Alcazar, costruita nel IX secolo, durante il periodo dell’Emirato di Spagna.

Tuttavia, nel 1734, un devastante incendio distrusse gran parte dell’Alcazar, lasciandolo in rovina. Di conseguenza, il re Filippo V decise di costruire un nuovo palazzo in stile barocco, affidando il progetto all’architetto italiano Filippo Juvarra. Purtroppo, Juvarra morì prima di poter completare l’opera, e il lavoro fu portato avanti da altri architetti, tra cui Juan Bautista Sachetti e Francesco Sabatini.

Il Palazzo Reale di Madrid ha svolto un ruolo chiave nella storia della Spagna. Ha ospitato importanti eventi di stato, ricevendo sovrani di altre nazioni. Inoltre, è stato anche teatro di momenti cruciali per il popolo spagnolo, come la firma di trattati, cerimonie di incoronazione e celebrazioni reali.

Perché visitare Il Palazzo Reale di Madrid?

All’interno del Palazzo Reale, le sale e le stanze sono una testimonianza della ricchezza e del potere della monarchia spagnola. Il Salone del Trono, la Cappella Reale e la Camera del Re Carlo III sono solo alcune delle numerose stanze che si possono ammirare durante la visita.

Consigli per visitare Il Palazzo Reale di Madrid:

  • Esplorate con calma: Il Palazzo Reale di Madrid è un luogo affascinante con molti dettagli e ambienti di grande bellezza. Prenditi il tempo di esplorare ogni stanza con calma, ammirando le decorazioni, i mobili e le opere d’arte.
  • Acquistate i biglietti in anticipo: Per evitare lunghe code e assicurarti l’accesso senza problemi, ti consiglio di acquistare i biglietti del Palazzo Reale in anticipo.

Come arrivare al Palazzo Reale?

Il Palazzo Reale si trova nei pressi della fermata Opera (linea 2 e 5) della metropolitana di Madrid.

Altre info utili:

  • Pianificate la vostra visita: Comprando il biglietto online, potete evitare lunghe file e avere l’opzione di entrare saltando la fila.
  • Dove si trova: Posizione su Maps
  • Orari: Il Palazzo Reale è aperto tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle 10:00 alle 18:00 in inverno e dalle 10:00 alle 16:00 in estate, dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 19:00 e la domenica dalle 10:00 alle 16:00.

Vuoi informazioni dettagliate sul Palazzo Reale? Clicca qui.

Museo Lázaro Galdiano

Museo Lazaro Galdiano, Madrid

José Lázaro Galdiano (1862-1947) era un influente collezionista, imprenditore e mecenate spagnolo, noto per la sua fervida passione per l’arte. Durante la sua vita, accumulò una straordinaria collezione di opere d’arte, antichità, libri rari e manoscritti provenienti da diverse epoche storiche.

Il suo desiderio di preservare e condividere questo patrimonio con il pubblico lo portò a fondare il museo secondo le sue volontà testamentarie. Dopo la sua morte nel 1947, il Palazzo Parque Florido a Madrid divenne la sede del Museo Lázaro Galdiano, inaugurato nel 1951.

Perché visitare Il Museo Lázaro Galdiano?

Lázaro Galdiano fu particolarmente attratto dall’arte europea e spagnola, e la sua collezione riflette questa predilezione. Oltre a capolavori di artisti spagnoli come Francisco Goya e Diego Velázquez, includeva opere di maestri olandesi, fiamminghi, italiani, francesi e tedeschi. Tra le opere più celebri vi sono dipinti, sculture, mobili, ceramiche, gioielli e oggetti d’arte decorativa di notevole pregio.

Il museo ha continuato a crescere e svilupparsi nel corso degli anni, arricchendo la sua collezione con nuove acquisizioni e donazioni.

Consigli per visitare Il Museo Lázaro Galdiano?

  • Noleggiate un’audioguida o partecipate a una visita guidata: Per ottenere informazioni dettagliate sulle opere d’arte e la storia del museo, considera di noleggiare un’audioguida o partecipare a una visita guidata.
  • Acquistate i biglietti in anticipo: È consigliabile acquistare i biglietti in anticipo, soprattutto durante i periodi di alta affluenza turistica.
  • Godetevi i giardini: Il museo è circondato da splendidi giardini, quindi non dimenticarti di fare una passeggiata rilassante all’aperto durante la vostra visita.

Come arrivare al Museo Lázaro Galdiano?

La stazione della metropolitana “Ruben Dario” (linea 5) è la fermata più vicina al museo.

Altre info utili:

  • Biglietti: Mentre l’ingresso è gratuito per i minori di 7 anni. Per gli adulti consiglio di acquistare il tuo ticket online con accesso prioritario.
  • Posizione: Posizione su Maps
  • Consultate gli eventi speciali: Verifica se ci sono eventi o mostre temporanee in programma durante la tua visita. Questi eventi possono aggiungere valore alla vostra esperienza e offrire opportunità uniche di scoprire nuove opere d’arte.

Desideri approfondire ulteriormente? Per maggiori dettagli, fai clic qui.

Museo Cerralbo

Il Museo Cerralbo, Madrid

La storia del Museo Cerralbo ha origine con la figura di Enrique de Aguilera y Gamboa, nato a Madrid nel 1845. Il marchese di Cerralbo fu una personalità poliedrica, appassionato di archeologia, politica e arti. Questa passione lo portò a collezionare una vasta collezione di oggetti d’arte, mobili antichi, armi, libri, manoscritti e altri preziosi oggetti di interesse storico e culturale.

Il museo si trova nell’edificio che era la residenza principale del marchese di Cerralbo, noto come Palacio de Cerralbo, costruito tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo in stile neoclassico, un perfetto esempio di architettura di quel periodo.

Perché visitare Il Museo Cerralbo?

Dopo la morte del marchese di Cerralbo nel 1922, il palazzo e la sua collezione d’arte furono donati allo Stato spagnolo. Questa generosa donazione diede origine al Museo Cerralbo, inaugurato nel 1944.

La collezione del museo è incredibilmente variegata e comprende dipinti, sculture, ceramiche, oggetti d’arte decorativa, armi e armature, antichità, libri rari e molto altro. Alcune delle opere più significative includono dipinti di maestri spagnoli come Velázquez, Goya e El Greco.

Il museo mantiene intatta l’atmosfera e l’arredamento originale della casa del marchese, consentendoti di immergerti nella vita quotidiana e nell’eleganza delle classi nobiliari del XIX secolo.

Consigli per visitare Il Museo Cerralbo?

  • Godi dell’atmosfera del palazzo: Il museo è ospitato in un affascinante palazzo neoclassico, quindi cogli l’opportunità di immergerti nell’atmosfera dell’epoca aristocratica del XIX secolo. Ammira l’arredamento originale, gli affreschi, i soffitti decorati e le opere d’arte che adornano le stanze.
  • Visita guidata: Per ottenere una comprensione approfondita della storia del museo e delle opere esposte, considera di partecipare a una visita guidata.

Come arrivare al Museo Cerralbo?

Scendi alla stazione di Ventura Rodríguez (linea 3). Una volta fuori dalla stazione della metropolitana, segui le indicazioni per raggiungere il Museo Cerralbo, che si trova a breve distanza a piedi dalla stazione. L’indirizzo esatto è Calle de Ventura Rodríguez, 17.

Altre info utili:

  • Posizione: Posizione su Maps
  • Rispettate le regole del museo: Durante la visita, assicurati di seguire le regole del museo, come il divieto di fare fotografie o toccare le opere d’arte.
  • Biglietto: L’entrata al Museo costa 3€.

Vuoi conoscere i quartieri dove si trovano questi fantastici musei?

In questo articolo parlo dei principali quartieri da visitare a Madrid.

Articoli simili

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *