Palazzo de Cibeles, Madrid

Quartieri di Madrid da visitare assolutamente nel 2024

In questo articolo ti parlerò molto velocemente dei principali quartieri di Madrid e dei loro punti turistici principali…sei pronto? Vamos!

Le attività imperdibili durante il tuo viaggio a Madrid

I tour più belli in italiano

  • Free Tour di Madrid: 2 ore e mezza per scoprire tutta la storia e i luoghi emblematici della capitale spagnola.
  • Autobus turistico: Esplora comodamente tutti i luoghi principali della città mentre ascolti un audioguida.

Per chi ama l’arte e vuole scoprire le opere dei Musei più importanti del mondo a Madrid

Le migliori attività da fare in famiglia con i tuoi ragazzi

Dove alloggiare a Madrid

El Madrid de los Austrias

Plaza Mayor, simbolo reale.

Il quartiere Austrias, noto anche come El Madrid de los Austrias, fu fondato dalla famiglia degli Asburgo durante il XVI secolo, durante il Secolo d’Oro della Spagna. La maggior parte degli edifici e delle attrazioni del quartiere sono in stile tardo rinascimentale e barocco, risalenti a quel periodo storico, scopriamoli insieme!

  • Plaza Mayor: la celebre piazza che nasce nel XVI secolo e in passato fu il mercato principale della città.
  • Ristorante Botin: durante la vostra visita nel quartiere potrete mangiare nel ristorante più antico del mondo, fondato nel 1725, e assaporare piatti tipici spagnoli.
  • Monastero de la Encarnacion: venne fondato nel XVII secolo, al suo interno è custodito il sangue di San Pantaleone, famoso per il suo miracolo, oltre a molte opere di pittori e scultori tra cui Vincenzo Carducci e Luca Giordano.
  • Piazza della Villa: antica zona medievale di Madrid, potrete ammirare tre edifici di interesse storico come La Casa y Torre de los Lujanes, la Casa de Cisneros, la Casa de la Villa.
  • Palazzo di Santa Cruz: costruito nel XVII secolo da Filippo IV, in passato destinato come carcere e sala dei sindaci. Nella facciata principale possiamo vedere lo stemma reale; tutt’oggi è sede del Ministero degli affari esteri.
  • Palazzo Reale: anche se non è abitato, rappresenta la residenza ufficiale dei re. Da visitare assolutamente per un viaggio nella storia spagnola e per godere del suo belvedere, soprattutto al tramonto.
  • Cattedrale dell’Almudena: è il simbolo religioso più importante, situato di fronte al palazzo reale, vi sorprenderà per la “modernità” e la differenza rispetto ad altre cattedrali europee.
  • Basilica di San Michele: altro monumento nazionale, esempio di architettura barocca madrilena, famoso per avere un’entrata a forma convessa unica nel suo genere, progettata dall’architetto italiano Giacomo Bonavia. A due passi potrete visitare il “mercato di San Miguel”.
  • Mercato di San Miguel: è uno dei punti gastronomici più importanti della città, con milioni di visitatori all’anno.
  • Basilica di San Francesco il grande: al confine con il quartiere La Latina, questa basilica custodisce numerosi dipinti di artisti spagnoli, come Goya, oltre ad avere una delle cupole più grandi d’Europa, dopo quella di San Pietro a Roma.
  • Teatro Real: inaugurato nel 1850 e nominato nel 2021 “miglior teatro d’opera”, lo rende uno dei teatri più importanti del mondo.

    Vuoi saperne di più? Qui puoi scoprire tutta la storia del quartiere El Madrid de los Austrias.

Chueca

Iglesia Santa Barbara, Madrid

Chueca è un quartiere situato nella zona centrale di Madrid e confina con il quartiere di Malasaña. Prende il nome dal compositore spagnolo Federico Chueca ed è conosciuto a livello internazionale non solo per essere il centro della comunità gay, ma anche per le sue attrazioni culturali:

  • Museo del Romanticismo: antico palazzo costruito nel XVIII secolo con all’interno collezioni di quadri, mobili e arti decorative della “Madrid Romantica”.
  • Museo de Historia: l’edificio in stile “Barocco Madrileno” offre opere, disegni e sculture della Madrid del XVI secolo fino ai giorni nostri.
  • La Casa de las Siete Chimeneas: un palazzo in stile barocco dichiarato patrimonio di interesse culturale, prende il nome dai suoi “sette camini” e sul suo conto si raccontano tante leggende.
  • Palazzo di Longoria: palazzo che spicca per la sua decorazione in stile modernista.
  • Chiesa di Santa Barbara: è riconosciuta come una chiesa raffinata e signorile, si entra nella chiesa percorrendo una grandissima scalinata e potrete notare l’elegante facciata che la caratterizza, fondata nel 1757.
  • Teatro Infanta Isabel: fondato nel 1907 è uno dei teatri più antichi della città.
  • Galleria d’arte Juana de Aizpuru: è una delle gallerie d’arte più importanti della Spagna dedicate all’arte contemporanea.
  • Gran Café Gijón: durante la vostra visita al quartiere, potrete consumare un caffè in questo bar fondato nel 1888, famoso per aver ospitato personaggi di alto spessore nel campo medico e artistico dell’epoca, come il premio Nobel Ramón y Cajal e lo scrittore Pérez Galdós.

    Qui puoi trovare altre informazioni utilissime sul quartiere Chueca.

Malasaña

Plaza dos de mayo

Malasaña è uno dei quartieri più vivaci della zona centrale di Madrid e confina con il quartiere di Chueca. Il suo nome deriva da Manuela Malasaña, una delle protagoniste della ribellione contro l’offensiva dell’esercito francese. Questo quartiere ricco di negozi e bar offre anche diversi punti di interesse, come:

  • Chiesa di San Antonio de los Alemanes: la chiesa fu costruita da diversi architetti spagnoli del 1600. La sua particolarità è che all’interno è completamente dipinta, anche dalla mano del famoso pittore italiano Luca Giordano.
  • Chiesa di San Martín: è una meravigliosa chiesa, una delle più antiche della città costruita in stile barocco.
  • Plaza del Dos de Mayo: è una piazza nel centro di Malasaña, che prende il nome dalla data di inizio della guerra spagnola per l’indipendenza. Nella piazza si può ammirare un arco dell’antica caserma e una statua dedicata ai due comandanti che guidarono la ribellione.
  • Palazzo di Liria: edificio costruito nel 1773 ed è la residenza di una delle famiglie più nobili di Madrid. È possibile visitare l’edificio internamente. Oltre alla sua biblioteca con numerose opere, si possono ammirare le collezioni private di elevato spessore, come quadri di Goya e Federico de Madrazo.
  • Chiesa di San Marcos: è riconosciuta come una delle migliori opere dell’architetto spagnolo Ventura Rodríguez, con uno stile neoclassico.

    Vuoi conoscere di più su questo quartiere storico? Leggi l’articolo dedicato a Malasaña.

La Latina

Via-decorata-a-Lavapies-madrid

Il quartiere “La Latina” confina con il quartiere “Lavapies” e prende il nome dalla scrittrice Beatriz Galindo, conosciuta come “La Latina”. Il quartiere era considerato la periferia della Madrid medievale, ma oggi è diventato uno dei quartieri più belli e caratteristici del centro, grazie al suo stile unico.

Cosa visitare a La Latina?

Museo de San Isidoro: è un museo che espone ritrovamenti archeologici nella zona di Madrid, risalenti dal Paleolitico all’Età del Ferro.
Porta di Toledo: è l’ultima porta monumentale costruita a Madrid, dedicata a Ferdinando VII e inaugurata nel 1827.
Collegiata di San Isidoro: è l’antica cattedrale di Madrid, all’interno della quale si può ammirare l’altare maggiore e il sepolcro di Sant’Isidoro, il patrono della città.
Chiesa di San Pedro el Viejo: è una delle chiese più antiche di Madrid, in stile medievale.
Chiesa di San Andres: è un’altra antichissima chiesa famosa perché frequentata, all’epoca, dal patrono della città, San Isidoro.
Il Rastro: è il mercato all’aperto più famoso della città, che si svolge ogni domenica e giorno festivo, dove è possibile trovare di tutto.

Conosci la storia del quartiere La Latina? Leggi qui.

Paseo del Arte

Una-delle-entrate-del-Parco-del-retiro-madrid-1

Il Paseo del Arte è un quartiere dichiarato “Patrimonio dell’umanità” dall’UNESCO nel 2021 e rappresenta il centro della vita culturale di Madrid con tre delle pinacoteche più importanti al mondo. Oltre ai musei, il quartiere è arricchito da giardini e piazze.

Ecco alcuni luoghi da visitare nel Paseo del Arte:

  • Museo del Prado: una delle pinacoteche più importanti del mondo dove è possibile ammirare opere di artisti come Goya, Velazquez e tante altre scuole, tra cui anche l’italiana con opere di Caravaggio e Raffaele Sanzio.
  • Chiesa di San Jeronimo el Real: situata alle spalle del Museo del Prado, è una chiesa del XVI secolo conosciuta come chiesa reale, poiché utilizzata all’epoca per l’incoronazione dei Re.
  • Museo nazionale Thyssen-Bornemisza: a pochi passi dal Museo del Prado si trova un’altra pinacoteca all’interno del Palazzo Villahermosa che raccoglie opere europee dal medioevo fino al XX secolo.
  • Museo Naval: un museo dedicato alla storia della Marina Spagnola, dove è possibile trovare pitture navali, armi e documenti cartografici del passato. Da qui è facile raggiungere camminando la “Puerta de Alcalà”.
  • Puerta De Alcalà: una delle cinque porte della città, progettata dall’architetto italiano Francesco Sabatini, è uno dei simboli di Madrid. Si trova di fronte all’entrata principale del “Parco del Retiro”.
  • Parco del Retiro: un meraviglioso parco nel cuore della città, ricco di storia e monumenti come “El palacio de Cristal” e “la Casa de Velazquez”.
  • CaixaForum: un centro socioculturale la cui meravigliosa sede lo rende un simbolo della città, con il suo giardino verticale di 24 metri e 250 specie diverse.
  • Biblioteca Nazionale: fondata nel 1700, raccoglie tutti i libri pubblicati in Spagna e una grande collezione di antichi manoscritti.
  • Giardino Botanico Reale: con all’interno 5000 specie di piante diverse, un erbario con tantissimi esemplari, una biblioteca e un archivio con collezioni stupende, fu dichiarato nel XX secolo “Giardino Artistico”.
  • Palazzo di Cibeles: uno dei palazzi più belli di Madrid, costruito nel 1900 e oggi sede del comune, è possibile visitarlo e salire all’ultimo piano per ammirare una vista sulla città. Si trova nella Piazza de Cibeles dove è situata una fontana, con lo stesso nome (Fuente de Cibeles), del 1972 anch’essa uno dei simboli della città.
  • Museo Archeologico Nazionale: conserva una collezione importantissima di reperti antichi provenienti da ogni angolo del mondo. Il museo è stato in ristrutturazione per diverso tempo (6 anni) e adesso è finalmente aperto al pubblico.
  • Museo Reina Sofia: Fa parte del “triangolo dell’arte” insieme al Museo del Prado e al Museo Thyssen-Bornemisza, conserva una magnifica collezione di arte spagnola moderna e contemporanea.

    Vuoi sapere di più su il quartiere dei musei? Clicca qui.

Sol – Gran via

Metro sol , Madrid.

La zona di Sol-Gran Via è la zona centrale più famosa di Madrid. “Puerta del Sol” è un ottimo punto di partenza per visitare la città. Qui possiamo trovare diversi punti di interesse, tra cui:

  • Il KM0: il chilometro zero è il punto centrale di tutta la Spagna, rappresentato da una placca al suolo di fronte alla “Casa de Correos”.
  • L’Orso e il Corbezzolo: la famosa statua simbolo di Madrid, inaugurata nel 1967 e scolpita dal famoso scultore spagnolo Antonio Navarro Santafè.
  • Real Casa de Correos: edificio in stile barocco con un grande orologio del XIX secolo, famoso per dettare ai madrileni scesi in piazza, come da tradizione, l’arrivo del nuovo anno.
  • Calle Gran Via: è la strada più emblematica di Madrid, dove si possono trovare negozi, ristoranti e bar per trascorrere un’intera giornata e ammirare i suoi storici palazzi come il “Metropolis”, l'”Edificio Telefonica” e l'”Edificio Capitol”.
  • Plaza de España: si trova alla fine di Gran Via, modernizzata recentemente, mantiene sempre la sua opera principale, un monumento dedicato a Cervantes. Qui ci sono altri due edifici simbolo di Madrid, “La Torre de Madrid” e “l’Edificio España”.
  • Tempio di Debod: a 10 minuti di distanza dalla Plaza de España si trova questo monumento vecchio di 2000 anni, donato nel 1972 dal governo egiziano. Madrid è una delle poche città in Europa ad avere un monumento originale egiziano.
  • Eremo di Sant’Antonio de la Florida: a 15 minuti di cammino dal Tempio di Debod si trova questo luogo di culto dove è sepolto il famoso pittore Goya, il quale ha anche dipinto l’intera cupola rendendola un affresco straordinario.
  • Monastero de las Descalzas Reales: museo ricco di opere e affreschi, la facciata in stile plateresco e la scalinata rinascimentale sono gli elementi più interessanti.
  • Real Academia de Bellas Artes: l’antica accademia artistica con all’interno numerosi quadri di grandi artisti.
  • Teatro de la Zarzuela: “La Zarzuela” è un genere lirico spagnolo, inaugurato nel 1856 ed è il primo e unico teatro dedicato alla lirica spagnola.
  • Museo Cerralbo: è uno dei più interessanti di Madrid per la sua storia e la collezione d’arte che espone, anche se curiosamente, è anche uno dei più sconosciuti.
  • Chiesa di San Gines: è una delle chiese più antiche di Madrid, all’interno della chiesa, è possibile ammirare numerose opere d’arte.

    Esplora il cuore di Madrid in questo articolo rivolto a Sol e Gran via.

Lavapies

“La Casa del Sombrerete” di fronte le scuole pie a Lavapies, Madrid

Lavapies è un quartiere che confina con “La Latina” e conserva il suo stile medievale. Oggi è un quartiere multietnico pieno di bar e ristoranti famoso per i suoi “aperitivi”. Qui potete vedere:

  • Le Corralas: Camminando per il quartiere potrete ammirare diverse Corralas, che sono strutture degli edifici dell’antica Madrid. Visitate il “Museo de Artes y Tradiciones Populares” allestito nella più antica e meglio conservata Corrala di Madrid.
  • La Casa Encendida: È un centro sociale e culturale inaugurato in un palazzo del 1913. È possibile salire sulla terrazza dove c’è un bar aperto tutto l’anno e ammirare uno dei tramonti più belli sulla città.
  • Monastero Reale di Santa Isabel: È un edificio del XVII secolo che oggi ospita una scuola femminile e un convento di clausura.
  • Palacio de Fernan Nunez: Visitando questo palazzo sembra di viaggiare nel tempo, poiché è tutto perfettamente conservato, dai mobili ai lampadari con decorazioni originali del XIX secolo. Questo lo rende uno dei palazzi nobili più belli della città.
  • Scuole Pie di San Fernando: È uno degli edifici simbolo del quartiere, una chiesa costruita nel XVIII secolo e danneggiata durante la guerra civile spagnola. È stata ristrutturata ma mantiene alcune strutture dell’edificio originale, creando un mix di storia. Ora ospita una biblioteca.

    Vuoi avere più informazioni? Leggi l’articolo che ho destinato a Lavapies.

Salamanca

Santiago Bernabéu

Salamanca è un quartiere “nobile” che deriva dall’idea del Marchese di Salamanca di costruire una zona in cui potessero vivere le famiglie benestanti di Madrid. Questa zona in stile ottocentesco è composta da edifici molto curati nell’architettura. Salamanca è anche famosa per essere una zona di shopping di grandi firme come Gucci o Louis Vuitton. In questo quartiere è possibile visitare numerosi punti di interesse, tra cui:

  • Museo Lazaro Galdiano: situato all’interno di un palazzo in Calle Serrano, una delle principali vie del quartiere. Al suo interno si possono ammirare la collezione d’arte, che comprende armi, cristalli e ceramiche.
  • Santiago Bernabeu: lo stadio del Real Madrid, il club di calcio classificato al primo posto nel ranking mondiale!
  • Milla de Oro: Calle Serrano è la via principale della “Milla de Oro”, dove si possono trovare tutti i negozi di grandi firme internazionali e i ristoranti più esclusivi.
  • Plaza de Toros de las Ventas: camminando da Piazza Manuel Becerra si può arrivare all’arena più grande della Spagna e la terza al mondo, l’Arena di Las Ventas. All’interno, un interessante Museo Taurino è dedicato al mondo dei toreri.

    Qui puoi trovare più informazioni sul quartiere Salamanca.

Se vuoi ancora tantissimi consigli per visitare Madrid leggi i miei articoli:

Articoli simili

4 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *