Palacio de Longoria, Madrid

Chueca, Madrid: Cosa vedere, Come Arrivare e Guida 2024

Prima di iniziare la guida, vorrei farti una breve introduzione sulla zona in cui ci troviamo. Chueca si trova nella zona centrale di Madrid e confina con il quartiere di Malasaña. Questo quartiere è molto vivace, con numerose attività commerciali ed è conosciuto a livello internazionale come zona “gay-friendly”.

Ogni anno si tiene qui la più grande festa dedicata al gay pride. Chueca, in passato, era molto diversa rispetto a come la si vede oggi, poiché era considerata un quartiere malfamato e pericoloso. Dopo la caduta del dittatore Franco negli anni ’80, il quartiere ha iniziato una rivoluzione culturale, grazie all’apertura dei primi locali gay, dopo anni di repressione da parte del regime franchista.

Il boom del quartiere si è verificato negli anni ’90 con l’apertura di ristoranti, bar, negozi di abbigliamento e discoteche, e tuttora Chueca è considerata uno dei quartieri più “cool” della capitale.

In questo articolo troverai tantissimi consigli per non perderti nulla di questo fantastico quartiere e viverlo al 100%. Ti spiegherò:
• Come arrivare dall’aeroporto a Chueca.
• Cosa vedere e fare a Chueca.
• Dove mangiare a Chueca.

Le attività imperdibili durante il tuo viaggio a Madrid

I tour più belli in italiano

  • Free Tour di Madrid: 2 ore e mezza per scoprire tutta la storia e i luoghi emblematici della capitale spagnola.
  • Autobus turistico: Esplora comodamente tutti i luoghi principali della città mentre ascolti un audioguida.

Per chi ama l’arte e vuole scoprire le opere dei Musei più importanti del mondo a Madrid

Le migliori attività da fare in famiglia con i tuoi ragazzi

Dove alloggiare a Madrid

Come arrivare dall’aeroporto a Chueca.

Se atterri all’aeroporto di Madrid, il modo più comune ed economico per raggiungere Chueca è la metropolitana, che ti porterà direttamente al centro del quartiere in “Plaza de Chueca”. Il costo del biglietto della metropolitana è di circa 5 euro, acquistabile attraverso una carta ricaricabile presso le biglietterie automatiche della stazione. Questa carta, chiamata “tarjeta multi”, è utilizzabile per più viaggi. Il tragitto dura circa 40 minuti.

Ci sono anche opzioni più costose come il taxi o le applicazioni di servizi privati come Uber o Cabify (l’equivalente spagnolo di Uber). Il costo varia da 25€ a 35€, ma dipende anche dal traffico. Il viaggio in taxi dura circa 30 minuti. Se invece preferisci essere automunito, puoi sempre prenotare un’auto da noleggiare presso l’aeroporto di Madrid. Una delle compagnie di autonoleggio più economiche è Centauro.

Per raggiungere la metropolitana, cammina all’interno dell’aeroporto seguendo le indicazioni:

  • Entra e prendi la linea 8 in direzione “Nuevo Ministerios”
  • Arrivato a “Nuevo Ministerios”, scendi e fai un cambio sulla linea 10 in direzione “Alonso Martinez”
  • Arrivato ad “Alonso Martinez”, fai l’ultimo cambio sulla linea 5 in direzione “Chueca”.
  • Ecco fatto! Sei arrivato a “Plaza de Chueca”!

Cosa vedere e fare a Chueca.

Arrivato a “Plaza de Chueca” che è il centro del quartiere ,puoi incominciare a scoprire i suoi dintorni.

Museo del Romanticismo

Museo del romanticismo, Madrid

Il museo si trova nel palazzo dove vissero i Marchesi di Metallana, costruito nel 1776. Oggi è una casa-museo che ospita oltre 16.000 reperti che ti porteranno indietro nell’Ottocento. Puoi ammirare le opere di artisti come Goya, Esquivel, Madrazo, Alenza e dei fratelli Bécquer, ceramiche di Sargadelos e Sèvres, una collezione di bambole di porcellana, 15 pianoforti e mobili antichi.

È altamente consigliato visitare il giardino del palazzo, chiamato “Jardin del Magnolio”, che è articolato in quattro viali separati da aiuole di diverse dimensioni e con una fontana circolare all’incrocio delle strade. In ogni aiuola c’è un albero diverso, tra cui la magnolia che dà il nome al giardino. Puoi anche fare una sosta per gustare un caffè nel bar del giardino e goderti la sua tranquillità.

  • Indirizzo: Calle de San Mateo 13
  • Orario invernale 1 nov-30 apri: Martedi – Sabato 9:30-18:30, Domenica -Festivi 10:00-15:00 Orario estivo 1 mag-30 ottob: Martedi-Sabato 9:30-20:30,Domenica-Festivi:10:00-15:00.
  • Ingresso standard: 3 €

Museo Storia di Madrid

Il Museo di Storia, Madrid

Un altro museo interessantissimo è quello che narra la “Storia di Madrid”, situato in un bellissimo edificio barocco. Qui puoi scoprire testimonianze dell’evoluzione di Madrid nel corso degli anni, suddiviso su tre piani che spiegano le arti, le industrie, la vita quotidiana e i costumi dei suoi abitanti e dalla scelta della città come capitale della Spagna nel 1561 fino ai giorni nostri.

Tra i suoi 60.000 oggetti esposti, i più preziosi includono il Modello di Madrid di León Gil de Palacio, realizzato nel 1830, l’Allegoria della Città di Madrid di Francisco de Goya, la Vergine con San Fernando di Luca Giordano, la collezione di porcellana del Buen Retiro, la collezione di cartografia storica, gli oggetti dello studio dell’artista Gutiérrez Solana e una collezione di fotografie storiche.

  • indirizzo:Calle de Fuencarral, 78
  • Orario: Martedi-Domenica 10:00-20:00
  • Ingresso: gratuito

La Casas de las Siete Chimeneas

La casa de la siete chimeneas, Madrid

Continuando il nostro tour nella “Plaza del Rey”, si può osservare uno dei pochi edifici in stile barocco a Madrid, che prende il nome dai suoi sette camini, appunto “Chimeneas”. Questo edificio, oltre ad essere conosciuto per il suo valore architettonico, si distingue per le sue leggende e fa parte del tour “I Segreti di Madrid”.

Una delle leggende narra che il palazzo fu costruito per rinchiudere Elena, la figlia illegittima del re Filippo II, per evitare uno scandalo. Alla fine, Elena impazzì e si suicidò. Ancora oggi, ci sono persone che raccontano di avvistare il suo fantasma camminare sui sette camini del palazzo. Attualmente, l’edificio ospita il Ministero dell’Istruzione e della Cultura.

  • Indirizzo:Plaza del Rey, 1

La Chiesa di Santa Barbara

Iglesia Santa Barbara, Madrid

Nella città di Madrid, l’edificio più elegante è conosciuto come la chiesa di Santa Barbara. L’ingresso è gratuito e si può attraversare la scalinata e ammirare la sua facciata dalla bellezza unica. La chiesa, costruita nel 1757 accanto all’antico convento, presenta all’interno una decorazione in marmo e mobili in legno che le conferiscono un tocco signorile.

Al suo interno si trovano le tombe di famosi personaggi storici, come il Re Ferdinando VI, la regina Maria Barbara de Braganza (fondatrice del convento) e il famoso generale spagnolo Leopoldo O’Donnell.

  • Indirizzo:Calle de Bárbara de Braganza, 1
  • Orario:Lunedi-venerdi 9:00-13:00/17:00-20:00,Sabato e prefestivi: 10:00-13:00/18:00-21:00.

Galleria d’arte Juana de Aizpuru

galleria d'arte Madrid

Un’altra attrazione molto interessante del quartiere è la Galleria d’arte Juana de Aizpuru. Se siete amanti dell’arte contemporanea, non potete perderla!

Juana de Aizpuru è una delle galleriste più importanti del paese e ha inaugurato questa galleria nel 1983. Ha contribuito alla creazione di ARCO, la più importante fiera spagnola d’arte contemporanea, e tra i riconoscimenti ottenuti figura la medaglia d’oro al merito nelle Belle Arti.

Ha partecipato alle più prestigiose fiere d’arte nazionali e internazionali. Vale la pena visitare la sua galleria! Potete trovare sul suo sito tutte le informazioni sulle prossime esposizioni.”

  • Indirizzo: Calle del Barquillo, 44
  • Ingresso: Gratuito.

Palazzo di Longoria

Palacio de Longoria, Madrid

A chi piace lo stile art nouveau, non può mancare una visita a questo bellissimo edificio, il Palazzo di Longoria. Il politico e finanziere Francisco Javier Gonzalez Longoria diede l’incarico all’architetto catalano Jose Grases Riera di progettare e costruire la sua dimora nel 1902.

Purtroppo, la visita può essere solo esterna poiché l’edificio appartiene a un ente privato. Tuttavia, durante l’anno, vengono organizzate mostre temporanee e c’è la possibilità di visitarlo all’interno, dove si può ammirare la vera bellezza dell’edificio. Devi avere la fortuna di trovare le mostre temporanee durante il tuo soggiorno!

  • Indirizzo:Calle de Fernando VI, 4

Dove mangiare a Chueca.

Ci sono molte offerte gastronomiche nel quartiere. Quelle che ho provato e che posso consigliare sono le seguenti:

  • Mercato di San Anton: situato in Calle de Augusto Figueroa, 24, a due passi da Plaza de Chueca, si tratta di un mercato suddiviso in 3 piani. Ti consiglio il 2º piano se vuoi provare le numerose offerte di tapas dei vari stand, anche se il 3º piano è quello più accogliente con la sua terrazza/ristorante dove puoi gustare un ottimo menù e dei buonissimi cocktail. L’orario di apertura è dal lunedì alla domenica dalle 12.00 alle 24.00.
  • Taberna La Carmencita: sarebbe considerata una classica trattoria in Italia. Offre cucina e atmosfera spagnola al 100%. Ti consiglio di provare le sue deliziose polpette nel menu e i prezzi sono decisamente economici. L’indirizzo è Calle de la libertad 16. L’orario di apertura è tutti i giorni dalle 13 alle 16 e dalle 20 alle 23.
  • Ristorante Davanti: se non volete rinunciare alla cucina italiana a Madrid, questo è il ristorante giusto per voi. È molto curato nei dettagli e dall’atmosfera rilassante. Vi consiglio di provare le tagliatelle al tartufo nero. I prezzi sono nella media. L’indirizzo è Calle de Augusto Figueroa 41. L’orario di apertura è tutti i giorni dalle 13.30 alle 16 e dalle 20 alle 23.30.
  • Gran Cafè de Gijon: questo bar-ristorante è stato fondato nel 1888 ed è un simbolo del quartiere. È stato frequentato negli ultimi 150 anni da intellettuali ed artisti e vi consiglio di fermarvi per prendere un caffè o un dolce durante la vostra visita. L’indirizzo è Paseo de Recoletos,21. L’orario di apertura è tutti i giorni dalle 9 alle 24.

Chueca è uno dei tanti quartieri che devi visitare assolutamente a Madrid, puoi scoprire gli altri in questo articolo.

Articoli simili

Un commento

  1. Questo blog e’ utilissimo e’ proprio cio’ che cercavo per il nostro viaggio a Madrid di Aprile, ha proprio tutte le informazioni utili per facilitare i nostri giorni nella bella citta’.
    Grazie Luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *